Domande Frequenti

Hai dubbi e domande sui miei servizi di consulenza patrimoniale? Ecco una lista di quesiti che spesso mi pongono i miei clienti.

Se hai ulteriori dubbi compila il form e sarò felice di risponderti.

In pratica..di che cosa si occupa un consulente finanziario?
ll consulente finanziario è la figura iscritta ad un albo professionale che assiste imprese e famiglie nel settore degli investimenti finanziari e delle scelte assicurative e previdenziali. Inoltre, deve occuparsi di fare con il cliente una pianificazione per il breve, medio e lungo termine, proponendo strumenti che non servano solo alle esigenze dell’immediato, ma al futuro anche lontano. Per semplicità e per concludere la risposta si può dire che la figura del consulente è paragonabile a quella di un medico, che tiene sotto controllo la salute finanziaria del cliente.
Il rapporto tra il cliente il consulente come si svolge?
Nei primi incontri conosco il cliente in particolare ascolto quelle che sono le sue esigenze e il suo vissuto. Una volta iniziato il rapporto di consulenza, ci si incontra periodicamente durante l’anno per monitorare la situazione ed eventualmente effettuare manutenzione sugli strumenti scelti.
Alla base di tutto possiamo dire che si instaura un rapporto fiduciario con il cliente.
Da quanto svolgi questa attività?
Sono ormai 15 anni che lavoro in questo ambito.
Come si diventa consulente finanziario?
Per diventare consulente finanziario bisogna superare un esame (per cui si studia tanto!) ed iscriversi ad un Albo (l’Ocf), consultabile online. Questa è una garanzia per i clienti che possono verificare la tua iscrizione ed essere certi di lavorare con un professionista certificato.
Una volta iscritto all’albo continui a seguire corsi di formazione?
Oggi l’aggiornamento professionale è una componente quasi obbligatoria.
Nel mio caso tra corsi e convegni potrei quantificare in circa 200 ore le ore di formazione nel corso dell’anno.
Ma quindi qual è la differenza tra un consulente finanziario e un impiegato di banca?
Beh la differenza è sostanziale nonostante forse non è così scontato. Un impiegato è dipendente della banca per cui lavora e spesso non ha totale libertà nei consigli che da al cliente, deve soddisfare anche le esigenze di vendita della direzione.
Per il consulente finanziario che lavora con l’istituto bancario come partner, il vero datore di lavoro è proprio il cliente per cui il consulente è assolutamente libero nel consigliare quello che ritiene più opportuno per le specifiche esigenze del cliente e non ha una soluzione preconfezionata.
Come e perché suggeriresti di rivolgersi ad un consulente?
Beh, se si considera che il mercato di oggi è sempre più complesso e la cultura finanziaria in Italia non è certo tra quelle più evolute al mondo, avere una persona che si siede al nostro fianco e ci guida nelle scelte può essere un grande vantaggio per riuscire a raggiungere i propri obiettivi.
Se non si è esperti..è davvero utile evitare il fai da te in questo caso anche per evitare di perdere soldi.
Il consulente chiaramente non si sostituisce alle decisioni che deve prendere il cliente, ma si affianca consigliando (non imponendo mai nulla) e offre le migliori soluzioni senza vincoli di scelta.
È necessario avere grandi somme da investire o gestire?
Assolutamente no. Ci si può affidare ad un consulente anche se non ci sono grossi capitali da gestire. Il consulente infatti può suggerire un accantonamento per creare un capitale o anche semplicemente per consigliare la soluzione migliore per crearsi una ’integrazione alla futura pensione, per finanziare l’acquisto di una casa al mare o per creare delle risorse che serviranno per l’università dei figli.
Il tema dei costi è sempre più importante. Cosa ne pensi?
Ritengo che il tema del costo del servizio sia diventato centrale negli ultimi anni e lo diventerà sempre di più nel prossimo futuro. Quest’anno poi con l’entrata in vigore della nuova normativa la clientela di tutte le banche si vedrà (tra poche settimane) rendicontati i costi che effettivamente sostiene in maniera molto più chiara e trasparente.
I clienti poi sanno perfettamente che per avere un servizio di qualità lo stesso servizio va pagato..ma si può risparmiare su altre componenti..come ad esempio i costi degli strumenti che si utilizzano.
Nel mio caso ad esempio non faccio pagare commissioni di ingresso sugli investimenti ormai da diversi anni.

COMPILA IL FORM E SARAI CONTATTATO AL PIÙ PRESTO

Consenso

2 + 10 =

SCOPRI

I MIEI SERVIZI

Una rete di servizi per venire incontro ad ogni tua esigenza



CONSULENZA PATRIMONIALE

Al centro di tutto ci sei tu, la tua professione, la tua famiglia.
Tutela il tuo patrimonio e produci reddito.



CONSULENZA PREVIDENZIALE

Mantieni il tuo tenore di vita anche dopo l’attività lavorativa. Garantisci un futuro sereno a te e i tuoi cari.



CONSULENZA FINANZIARIA

Gestione o costituzione del capitale, analisi delle esigenze e monitoraggio costante e continuo.



PIANIFICAZIONE SUCCESSORIA

Gestione o costituzione del capitale, analisi delle esigenze e monitoraggio costante e continuo.

NON ASPETTARE

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

CONTATTAMI

COMPILA IL FORM E SARAI CONTATTATO AL PIÙ PRESTO

Consenso