Condividi l'articolo:

Hai mai sentito parlare di fondi ESG e SRI? Nel settore dell’investimento e del risparmio gestito sono molto popolari. Questo perché l’investimento “sostenibile” ha avuto un notevole impatto nel mondo finanziario sotto diversi aspetti.

Come per altri prodotti finanziari, spesso le caratteristiche e le opportunità di questa tipologia di prodotto non sono molto chiare per il risparmiatore finale. Ci sono ancora troppa confusione e definizioni sbagliate su questo argomento sia in giro per il web che nello stesso mondo della consulenza finanziaria.

Oggi cercherò di spiegarvi in modo semplice e chiaro di cosa si tratta e se conviene includerli nel proprio portafoglio d’investimento ben diversificato.

Che cosa sono i fondi ESG e SRI?

Con il termine ESG (Environmental, Social and Governance) andiamo a denominare il rating di sostenibilità. Questo rating va a certificare la solidità di uno strumento finanziario come un titolo, un fondo o un emittente sulla base delle performance ambientali, sociali e di governance.

Dunque, ETF e fondi ESG sono quella tipologia di strumenti finanziari che utilizzano un approccio responsabile dal punto di vista sociale. Selezionano azioni di società o titoli di Stato che dimostrano un atteggiamento e comportamento lodevole di fronte a molte tematiche considerate “sensibili”.

In questo ambito rientrano temi veramente importanti, che tengono banco da tantissimo tempo e che hanno una grossa influenza sulle persone. Stiamo parlando di argomenti come il cambiamento climatico, l’inquinamento dell’aria, le politiche di genere, i diritti umani e gli standard lavorativi.

Non solo, rientrano anche tematiche riguardanti l’amministrazione societaria come la deontologia, come viene composto e da chi il consiglio di amministrazione e quali sono le politiche di retribuzione di figure societarie importanti come i manager.

Per quanto riguarda i fondi SRI (Sustainable and Responsible Investment) possiamo dire che sono praticamente uguali ai fondi ESG, rispondono agli stessi criteri ma vengono aggiunti alcuni ulteriori parametri di valutazione.

La loro particolarità risiede nel fatto che vengono esclusi i titoli considerati non adatti secondo un punto di vista etico. Stiamo parlando, ad esempio, di quei titoli legati ad armi, alcol, tabacco e pornografia.

temi sensibili

Conviene investire nei fondi ESG e SRI?

I fondi ESG e SRI sono fondi etici. Sono prodotti caratterizzati da una buona remunerazione e negli ultimi anni sono stati presi molto in considerazione, dagli esperti finanziari e dai risparmiatori stessi, all’interno delle pianificazioni di investimenti finanziari.

Nel corso degli anni sono state fatte molte ricerche ed analisi per capire se effettivamente gli investimenti ESG e SRI portano rendimenti migliori rispetto ai restanti prodotti del mondo finanziario.

Si è arrivati alla conclusione che la maggior parte delle imprese europee quotate con alto rating ESG, dunque che effettuano costantemente delle buone pratiche di sostenibilità ambientale e sociale, registrano performance migliori e sono le più efficienti per quanto riguarda l’aumento dei ricavi, del miglioramento della marginalità operativa e del rendimento da dividendi (Dividend Yeld).

In poche parole tutti gli studi fatti su questi fondi dimostrano che le imprese con un alto rating ESG alla fine vengono premiate dal mercato e risultano avere un buon ritorno economico.

Con questi risultati alla mano, i criteri di sostenibilità ESG o il rating ESG delle società sono molto richiesti dalle figure finanziarie professionali. Questo perché consentono di poter fare ancora più accurate valutazioni sugli investimenti da effettuare.

George Serafeim, illustre docente della Harvard Business School, per diversi anni ha analizzato la correlazione esistente tra i criteri ESG e le performance di mercato. In uno dei suoi discorsi sintetizza alla perfezione questa situazione affermando che: “Utilizzare i criteri ESG consente di comprendere meglio i rischi e opportunità che le imprese hanno di fronte”.

Ma quindi alla fine, investire in fondi ESG o SRI conviene oppure no? Si, conviene perché rappresentano un’ottima opportunità, che rivela anche  un approccio socialmente responsabile da parte del risparmiatore, però allo stesso tempo bisogna prestare molta attenzione nel processo di pianificazione degli investimenti.

Sarà necessario valutare se questi strumenti si possono adattare bene sia al profilo del cliente sia al suo portafoglio d’investimento, che dovrà risultare sempre ben diversificato. Questo perché questo tipo di investimento rappresenta un’ottima opportunità da sfruttare ma non è certamente la soluzione definitiva e senza nessun rischio.

Perché avvalersi dell’aiuto di un Consulente Finanziario nelle scelte di investimenti esg /sri?

La risposta a questa domanda è molto semplice! Si tratta di argomenti molto complessi e difficili da analizzare… l’aiuto di un Consulente Finanziario è fondamentale. Infatti, solo un esperto del settore finanziario può aiutare e guidare, nel modo corretto, il risparmiatore nella pianificazione delle strategie finanziarie adatte a soddisfare le proprie esigenze.

Da molti anni mi occupo di fornire assistenza personalizzata a piccoli e grandi risparmiatori. Studieremo insieme, in base alle tue necessità, se investire sui fondi ESG ed SRI o se puntare su altri strumenti finanziari.

Tutto volto al fine di costruire un portafoglio d’investimento ben diversificato, così da risultare solido, che generi profitto e riduca il rischio per il risparmiatore.

Sei hai ulteriori dubbi o domande non esitare

COMPILA IL FORM E SARAI CONTATTATO AL PIÙ PRESTO

Consenso

8 + 6 =

Condividi l'articolo: