Condividi l'articolo:

Quante volte sentiamo parlare di casi reali in cui singoli risparmiatori vengono convinti ad investire una gran fetta dei loro risparmi in una sola operazione finanziaria, che poi in futuro risulta essere controproducente? Che non hanno attuato una delle regole più importanti in ambito finanziario, ovvero la diversificazione degli investimenti?
La risposta ve la do io! è successo in tantissimi casi sia in passato che ai giorni d’oggi.

Al di là delle colpe e delle responsabilità dei singoli individui, che ovviamente vanno perseguite in caso ci sia stato una mancata spiegazione dei rischi o un raggiro. Se questa regola inderogabile del mondo finanziario fosse ben a mente a tutti, contribuirebbe notevolmente ad avere una maggiore sicurezza sul proprio denaro investito.

In questo breve articolo cercherò di spiegarvi in modo chiaro e semplice che cos’è, come funziona e perché è così importante la diversificazione degli investimenti.

Che cos’è e come funziona la diversificazione degli investimenti

Possiamo definire la diversificazione come la suddivisione del proprio investimento in diverse categorie di strumenti come: titoli di stato, obbligazioni societarie, fondi comuni, etf, azioni.

Il suo obiettivo principale è quello di ridurre il rischio totale e mantenerlo sotto controllo.

Nel corso degli anni la teoria e l’efficacia della diversificazione degli investimenti è stata studiata e comprovata da tantissimi esperti economisti. Uno dei contribuiti più importanti su questo argomento arriva da un economista americano di nome Harry Markowitz.

Negli anni cinquanta ha sviluppato una teoria fondamentale per misurare il rischio dei vari strumenti che vengono utilizzati nella finanza, ma soprattutto come potessero essere combinati tra di loro per generare un rendimento massimo per un determinato rischio.

Dunque, un portafoglio d’investimento generato dalla diversa combinazione di vari strumenti finanziari, grazie alla diversificazione avrà un rischio totale basso e una maggiore possibilità di tenerlo sotto controllo. 

La diversificazione negli investimenti

Perché è così importante diversificare i propri investimenti?

Attuare la diversificazione degli investimenti è importante perché garantisce al risparmiatore una protezione dai risultati negativi sul lungo periodo. Infatti, distribuendo i rischi su titoli diversi, diminuisce la probabilità di una grossa perdita.

Chiariamo una cosa fondamentale… la diversificazione non elimina o protegge da ogni rischio finanziario, ma appare molto improbabile che diversi asset di un portafoglio ben costruito possano crollare tutti nello stesso momento.

Essendo una strategia sul lungo periodo saremo esposti inevitabilmente alle fluttuazioni di breve, ma con l’adeguato approccio si potranno gestire al meglio.

Molti risparmiatori commettono l’errore di cercare assiduamente strategie finanziarie, spesso molto complesse e rischiose, in grado di dare un grosso ritorno economico investendoci le proprie risorse!

Quando si ha a che fare con i mercati finanziari non bisogna assolutamente navigare a vista. Per determinate strategie bisogna essere molto esperti e avere un metodo da seguire per non creare grossi pasticci e perdere i propri risparmi.

Saper diversificare gli investimenti è fondamentale per realizzare investimenti vincenti e sicuri! Non sarà la complessità della strategia o la sua ipotetica perfezione a far crescere i rendimenti dei tuoi risparmi. Infatti, basterà adottare una strategia semplice costruendo un portafoglio ben diversificato.

Quindi, possiamo affermare con certezza che un portafoglio composto da diversi asset finanziari è più importante della strategia e che per quanto essa sia fondamentale prima bisogna partire dalla diversificazione.

Andy Hall, un esempio da non seguire

Andy Hall è un noto trader americano, specializzato nel settore petrolifero ed energetico. Nel 2013 gestiva un patrimonio di oltre 5 miliardi di dollari!

La sua fortuna l’ha costruita grazie alle sue capacità previsionali del settore tanto da guadagnarsi addirittura il soprannome di “DIO”.

A seguito di una sua previsione errata, in sei mesi perse il il 30% del capitale gestito e in seguito alle innumerevoli richieste di riscatto da parte dei suoi clienti fu costretto a chiudere l’hedge fund gestito dalla sua società.

Perché è successo questo? Perché Andy Hall in base a questa sua previsione, che poi si rivelò errata, pensò bene di investire una grossa fetta del patrimonio gestito dal suo fondo trascurando la diversificazione degli investimenti!

Molto probabilmente si era convinto che ormai le sue previsioni fossero sempre giuste e sicuro di ciò ha voltato le spalle a questa regola finanziaria fondamentale.

Questo esempio ci insegna che:

  • Non esiste una strategia perfetta a lungo termine e nessuno è in grado di trovarla.
  • Attuando la diversificazione e investendo di meno la perdita sarebbe stata molto più contenuta. Nel frattempo i rendimenti positivi derivanti dal capitale investito in altri asset l’avrebbe compensata salvando il fondo.

Come creare un portafoglio ben diversificato

Attuare la diversificazione lo si può fare anche da soli. In questo caso se non si ha abbastanza tempo da seguirla con cura e soprattutto non si hanno le competenze necessarie, si rischia solamente di commettere errori gravi e perdere soldi.

Affidandosi ad un Consulente Finanziario avrai la garanzia di avere a disposizione tutti gli strumenti e le competenze necessarie per costruire il perfetto portafoglio sotto il profilo della diversificazione degli investimenti.

Un esperto del settore sarà in grado di operare una corretta diversificazione, inserendo nel portafoglio vari asset class che permettano di non perdere occasioni sul mercato e sfruttarle al meglio. Così facendo si riuscirà ad ottenere un bilancio ottimale tra rischio e rendimento.

Sei hai ulteriori dubbi o domande non esitare

COMPILA IL FORM E SARAI CONTATTATO AL PIÙ PRESTO

Consenso

10 + 6 =

Condividi l'articolo: