Condividi l'articolo:

Gli Exchange Traded Fund, più noti come ETF, sono stati uno degli strumenti più dirompenti nel mondo del risparmio gestito degli ultimi anni. Investire in ETF è un’ottima opportunità da cogliere per chi vuole realizzare un portafoglio ben strutturato e diversificato.

Si sono presto guadagnati una certa notorietà tra gli investitori soprattutto per la loro convenienza e versatilità. Gli ETF permettono di aprire al piccolo investitore nuove opportunità di investimento precluse fino a qualche anno fa e consentono di farlo in modo semplice, trasparente, lineare e con costi contenuti.

In questo breve articolo ti spiegherò cosa sono gli ETF è perché sono così vantaggiosi da doverli inserire nel proprio portafoglio di investimento.

Cosa sono gli ETF?

L’ETF è un fondo, un paniere di azioni scambiato sulle Borse principali in modo molto simile alle azioni.

La differenza principale con i fondi comuni di investimento è che questi possono essere acquistati giornalmente a chiusura dei mercati, mentre l’ETF è acquistabile e vendibile in ogni momento della giornata, compatibilmente con l’apertura della Borsa di riferimento.

Da un lato ci sono i fondi comuni dove un gestore periodicamente compra e vende le azioni, o altre asset classes, del fondo, e dall’altro ci sono gli ETF cosiddetti “passivi”, che invece seguono un indice sul mercato.

In poche parole, gli ETF replicano esattamente l’andamento di un determinato indice azionario o obbligazionario, settoriale, del mercato immobiliare o di panieri di azioni/obbligazioni.

Il mercato degli ETF nell’ultimo decennio si è evoluto e possiamo affermare che non tutti gli ETF sono totalmente passivi.

Come lavora l’ETF all’interno di un portafoglio di investimento 

L’ETF è un fondo molto conveniente ed efficiente sia per quanto riguarda i costi, che sono notevolmente più bassi rispetto a quelli dei fondi attivi, sia dal punto di vista di acquisto/vendita.

Quando parliamo di ETF possiamo dire che non esiste un vero investimento minimo se non il costo della singola azione. Ma soprattutto si tratta di uno strumento fortemente diversificato.

Prendiamo per esempio gli ETF tematici, sono una tipologia di investimento a lungo termine in tematiche di stile “growth”. Cosa significa? Vuol dire che devono avere il tempo di svilupparsi.

Qui entra in gioco il ruolo fondamentale della diversificazione, perché intrinsecamente un prodotto tematico ha sicuramente al suo interno società di piccola e media capitalizzazione e potrebbe investire in settori ancora non molto conosciuti.

La diversificazione mette al sicuro dal rischio molto alto nel caso in cui si selezionasse il singolo titolo. Dunque, l’ETF permette di investire nella totalità del tema in cui si crede.

In un’ottica di costruzione di un portafoglio di investimento sicuro ed efficace, investire in ETF tematici contribuirà ad ottenere una maggiore diversificazione e un’esposizione a tematiche in crescita.

Investire in ETF, perché conviene inserirli nel portafoglio

Perchè investire in ETF?

Gli ETF hanno guadagnato in notorietà soprattutto a causa delle difficoltà incontrate dai fondi a gestione attiva a battere l’indice di riferimento. Gli ETF possono essere comprati e venduti in borsa come qualsiasi altro titolo quotato e si possono impostare stop loss, comprare a margine o vendere short, e utilizzare le varie opzioni tipiche del trading.

Ormai sono tantissimi i fondi ETF in circolazione, tanto da permettere una grande flessibilità agli investitori. Oltre al grosso vantaggio di diversificare il proprio portafoglio di investimento e ridurre il rischio dell’investimento, investire in ETF consente di ridurre i costi di gestione. Per come sono strutturati, infatti, chi li gestisce riesce ad ottimizzare le operazioni di compravendita e di conseguenza ridurre i costi di gestione.

Altri vantaggi dell’investire in ETF sono che sappiamo esattamente in cosa verrà investito il denaro e che non sono esposti ad un rischio di insolvenza. Questo perché hanno un patrimonio separato rispetto a quello delle società che si sono occupate della costituzione e della gestione.

Quali megatrend inseguire ricorrendo agli ETF?

Se si possiede un orizzonte temporale di investimento di lungo periodo… allora investire in ETF riguardanti alcuni megatrend ed inserirli nel proprio portafoglio potrebbe risultare una mossa più che saggia.

Per chi non lo sapesse, i megatrend sono le maggiori forze che incidono il nostro mondo, rimodellandolo. Forze come il cambiamento demografico, l’innovazione tecnologica, mutamenti geopolitici sono solo alcuni dei megatrend su cui possiamo investire attraverso gli ETF.

Il 2021 sembra continuare sulla falsa riga del 2020, quindi alcune tematiche saranno tenute ancora molto in considerazione. Tematiche come la Cybersecurity, la privacy dei dati, l’Education Technology, l’Alimentare Sostenibile e l’economia green.

Se ti interessa saperne di più sugli investimenti in megatrend, ti invito a leggere il mio articolo a riguardo: https://www.studiomarcofranco.it/megatrend-sono-presenti-nei-tuoi-investimenti/

Conclusioni

Investire in ETF può essere un buon compromesso per chi mira alla diversificazione e ad un rischio contenuto del proprio portafoglio d’investimento, cercando allo stesso tempo la flessibilità della negoziazione real time delle azioni.

Come Consulente Finanziario Fideuram nelle provincie di Asti, Torino e Alessandria ti aiuterò ad analizzare la tua situazione, fornendoti una Consulenza Finanziaria professionale con l’obiettivo di trovare le migliori strategie per costruire un portafoglio personalizzato, differenziato e capace di garantire la miglior soluzione in termini di equilibrio finanziario.

Sei hai ulteriori dubbi o domande non esitare

COMPILA IL FORM E SARAI CONTATTATO AL PIÙ PRESTO

Consenso

6 + 1 =

Condividi l'articolo: