Condividi l'articolo:

Scegliere di non lasciarli i soldi fermi sul conto e se investire o meno, è una delle decisioni più difficili da prendere, soprattutto in un periodo storico come questo in cui ci troviamo ad affrontare una situazione economica difficile.

Nei periodi in cui c’è una forte volatilità sui mercati, una profonda incertezza nelle prospettive dell’economia o durante momenti storici chiave (come per esempio la Brexit, elezioni politiche o la stessa pandemia da Covid-19) si è spinti, nella maggior parte dei casi, a mantenere i soldi fermi “al sicuro” sul proprio conto corrente.

Spesso però questa decisione di lasciare i soldi fermi sul conto potrebbe rivelarsi non essere la soluzione migliore e più efficace per un risparmiatore.

In questo breve articolo ti spiegherò le mie motivazioni e i perchè a supporto di questa tesi.

Perché si lascia il denaro fermo sul conto corrente?

Innanzitutto, la domanda che dobbiamo porci è la seguente: Perché siamo spinti a lasciare i soldi fermi sul conto conto bancario?

Nella maggior parte dei casi si tratta di un impulso. Una spinta emotiva che, in momenti di grande incertezza, manifesta la nostra paura di prendere decisioni sbagliate portandoci all’inattività finanziaria.

Come abbiamo accennato in precedenza, in questo caso l’incertezza può scaturire da una determinata situazione dei mercati, dalle varie prospettive economiche, dal quadro geopolitico o da situazioni che segneranno dei cambiamenti profondi. In questi precisi istanti la nostra psiche ci consiglia di perdere delle opportunità piuttosto che perdere del denaro.

È risaputo che l’Italia è un paese formato da grandi accumulatori di denaro su conti correnti e depositi bancari. Questa tendenza non è solo una nostra peculiarità però, infatti l’Eba, ovvero l’European Banking Authority, ha registrato che molte famiglie europee si stanno rivelando accumulatrici di denaro su conti correnti.

Non lasciare i soldi fermi sul conto,  ecco perchè

Tenere fermi i soldi è la soluzione sbagliata

Ma quindi perché è sbagliato tenere il denaro fermo sul conto corrente?

La risposta è molto semplice: perché perde valore e il principale indiziato a cui dare la colpa di questa diminuzione è l’inflazione.

Per chi non lo sapesse, l’inflazione consiste in un aumento prolungato, in un determinato periodo di tempo, del livello medio generale dei prezzi di beni e servizi.

Facciamo un esempio: Hai una somma totale di 200mila euro, a causa dell’inflazione, tra 5 anni non potrai acquistare la stessa quantità di beni o servizi che puoi comprare ora. La variabile che determina questa situazione è per l’appunto l’inflazione.

Dunque, se vogliamo essere degli investitori attenti, il nostro obiettivo deve essere quello di fare in modo che il nostro denaro non perda di valore e non come fanno in molti che stanno solamente attenti a non perdere il proprio denaro. Dobbiamo estendere il concetto di conservazione anche al valore che il nostro denaro possiede.

Ad esempio, se sospetta un aumento del tasso dei prezzi al consumo del 1,5%, una mossa finanziaria giusta sarebbe quella di investire puntando a un rendimento nominale di almeno 1,5%.

Oltre alla perdita del potere di acquisto, ci sono anche altri fattori che pesano sui conti correnti.

Infatti, i conti correnti “tradizionali” hanno un costo e non solo le spese fisse come i canoni mensili. Infatti, per compiere determinate operazioni si pagano delle commissioni e alla lunga tutte sommate pesano parecchio sul conto.

Inoltre, non possiamo non menzionare anche la possibilità dell’arrivo di una tassa patrimoniale. In questo periodo di crisi economica dovuta alla pandemia da Covid-19, il suo ritorno è possibile e potrebbe andare ad erodere i nostri conti correnti.

Come muoversi in modo corretto e previdente

Abbiamo visto come il rimanere tranquilli vuol dire avere una perdita di opportunità e di valore.

Quindi, qual è la soluzione migliore al posto di parcheggiare il nostro denaro sul conto?

Se pensiamo di non essere capaci a perseguire un obiettivo di investimento in modo efficace, è preferibile affidarsi ad un consulente finanziario.

Qui entra in gioco il Consulente Finanziario. Saprà capire i tuoi bisogni e sarà in grado di generare rendimento con investimenti mirati e ad un rischio controllato.

Così facendo avrai la certezza di muoverti correttamente e di mettere al sicuro il tuo denaro dalla sua possibile perdita di valore.

Sei hai ulteriori dubbi o domande non esitare

COMPILA IL FORM E SARAI CONTATTATO AL PIÙ PRESTO

Consenso

14 + 13 =

Condividi l'articolo: